Il castello di Laterina
Il Castello di Laterina vide posare le sue prime pietre nell’undicesimo secolo, quando il terrore dell’anno mille e le invasioni barbariche spinsero le popolazioni stanziate nella pianura vicino all’ Arno a progettare nuove costruzioni nella collina al riparo da dannosi imprevisti.
Le torri di avvistamento e la cinta muraria fecero di Laterina un castello di considerevole importanza grazie alla sua posizione geografica quale terra di mezzo tra la vicina Arezzo e la potente Firenze. L’importanza strategica non sfuggì ad Arezzo che a partire dal 1250 strinse sotto il suo controllo il nostro castello per poi deciderne di farne una “terra fortificata” nel 1272 contro l’espansione in Valdarno dei Guelfi fiorentini. 

Il controllo del Castello venne così esercitato dagli Ubertini, insigne famiglia aretina.Tuttavia pochi anni dopo, il 15 settembre 1288, dopo otto giorni di assedio da parte fiorentina, furono costretti alla resa. Il Capitano del castello Lupo di Farinata degli Uberti fuggi dicendo: “ non esser costume dei Lupi rimaner rinchiusi”( Dante-Inferno).
Dieci anni dopo la conquista per fortificare e rendere inespugnabile Laterina decisero di costruirvi la Rocca. Tutto questo non bastò e nel 1304 gli Ubertini con l’ausilio dei Pazzi del Valdarno assediarono il castello riconsegnandolo ad Arezzo. Tra il 1326 e il 1336 interessi e intrighi in Arezzo decisero il destino anche di Laterina..

Il vescovo di Arezzo Guido Tarlati, rivale degli Ubertini, fece distruggere il paese e si narra che fece disperdere sale sulle macerie col fine simbolico di non permettere la rinascita di alcunché. Il celebre momento resta immortalato nella scultura che ricorda le conquiste del Tarlati presente nel Duomo di Arezzo. Fu poi il suo successore, che era un Ubertini, Buoso degli Uberti a riedificare il borgo cedendolo poi alla Repubblica Fiorentina la quale terminò la ricostruzione con la Rocca.  

Negli anni successivi si susseguirono i tentativi di sommossa ad opera dei ghibellini e di riconquista da parte dello stesso Tarlati ( 1347 ) ma ormai la secolare contesa tra Arezzo e Firenze si avviava verso l'epilogo: il 5 novembre 1384, proprio a Laterina, sconfitta ed occupata militarmente dall’esercito francese alleato dei fiorentini, veniva consegnata Arezzo a Firenze con l’atto ufficiale della sottoscrizione del trattato di sottomissione stipulato proprio nel nostro castello.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X